Logo


Modus Operandi


Il modo di essere delle Società di mutuo soccorso raccontato attraverso immagini e simboli che ne hanno caratterizzato e accompagnato l’esistenza.

Un insieme di “tessere di riconoscimento” che identificano una forma di vita espressa nel fare, agire, manifestare principi e ideali. E lettera dopo lettera si compone l’alfabeto del Mutuo Soccorso.




Le immagini sono tratte dal materiale storico raccolto dalla Fondazione Centro per lo studio e la documentazione delle Società di mutuo soccorso della Regione Piemonte e dall’archivio fotografico costituito negli anni: bandiere, coccarde, spille, diplomi, medaglie, fotografie, statuti, libri, opuscoli... Oggetti fatti per comunicare i contenuti di un progetto che, a partire dalle origini per arrivare fino ai giorni nostri (e con uno sguardo rivolto al futuro prossimo), ha come obiettivo il benessere dei lavoratori. E, più in generale, delle persone.




Le Società di Mutuo Soccorso, associazioni create nell’Ottocento dai lavoratori per migliorare la loro condizione di vita. Per poter avere, attingendo da una cassa comune, l’assistenza sanitaria, le medicine, la pensione; e scuole, biblioteche, gite di istruzione, feste, balli, sport…




Il modo per affrancarsi dalla carità pubblica e, per la prima volta, essere, cittadini-lavoratori in grado di tutelarsi dalle avversità con i frutti del proprio risparmio, soggetti attivi capaci di finanziare, pianificare, autogestire la propria previdenza.




Società di mutuo soccorso, Società operaie, agricole, cattoliche, militari, femminili, di mestiere, di azienda… l’universo mutualistico è stato vario. Così come varia è la simbologia usata dalle Società per rappresentarsi all’esterno: sulle loro bandiere o sulle medaglie, le coccarde, i diplomi-ricordo e ogni altro mezzo di comunicazione, vollero che fossero impressi i loro segni distintivi: gli attrezzi da lavoro, o i prodotti dei campi, la divisa, una croce.